Parrocchia San Lorenzo Martire

- Diocesi di Frascati -

Sacramenti - > Confessione

INDICE

Celebrazione del sacramento della Penitenza

Rito per la riconciliazione dei singoli penitenti

Rito per la riconciliazione di più penitenti
con la confessione e l'assoluzione individuali

Il "prima" della celebrazione

Il "dopo" della celebrazione

Procedure

(da Regia delle Celebrazioni Liturgiche, sussidio per gli animatori,
 Felice Ferrarsi, pp. 130-139)

PROCEDURE

Celebriamo il sacramento della Riconciliazione:
"Ti sono rimessi i tuoi peccati" (Lc 7,48);
"Va e d'ora in poi non peccare più" (Gv 8,11).

1. Preghiera per iniziare l'esame di coscienza

O Dio nostro Padre, che manifesti il tuo amore e la tua misericordia, soprattutto nel sacramento del perdono, donami lo spirito di verità perché io possa riconoscere i miei peccati e confessarli con umiltà.

Perdonami se qualche volta mi arrendo passivamente al peccato e donami un cuore grande per non sottrarmi agli appelli del Vangelo, della mia coscienza e della presenza degli altri e per servirti nella gioia e nella pace. Amen.

2. Per confessarsi bene

1. Prepararsi con la preghiera e l'esame di coscienza.

2. Pentirsi sinceramente dei peccati commessi.

3. Proporsi di non peccare più.

4. Confessare al sacerdote tutti i peccati commessi dopo l'ultima confessione.

5. Fare la penitenza ricevuta in confessione.

3. Rito per la Riconciliazione

(Il penitente si fa il segno della croce)

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sac.: Il Signore, che illumina con la fede i nostri cuori, ti dia una vera conversione dei tuoi peccati e della sua misericordia.

Pen.: Amen.

4. Confessione dei peccati

Dopo la confessione dei peccati, il penitente manifesta il suo pentimento recitando la seguente orazione:

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi e molto più perché ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, misericordia, perdonami.

5. Assoluzione

Il sacerdote tenendo stese le mani sul capo del penitente, dice:

Sac.: Dio, padre di misericordia, che ha riconciliato a sé il mondo nella morte e risurrezione del suo Figlio, e ha effuso lo Spirito Santo per la remissione dei peccati, ti conceda, mediante il ministero della Chiesa, il perdono e la pace. E io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Pen.: Amen.

Sac.: Il Signore ha perdonato i tuoi peccati, va in pace.

Pen.: Rendiamo grazie a Dio.

 

Codice XHTML 1.1 approvato

CSS approvato

© 2001-2019 Parrocchia San Lorenzo Martire - Tutti i diritti sono riservati - Credits