Parrocchia San Lorenzo Martire

- Diocesi di Frascati -

Catechesi -> La Bibbia, Testo rivelato e ispirato
 

INDICE

1. Perchè il cristiano legge la Bibbia

2. Un evento alla base dell'esperienza religiosa

3. La narrativa, il filo conduttore della Bibbia: in origine era la predicazione

4. Scritture e sacra tradizione come Parola di Dio

5. La Bibbia come testo ispirato

6. I modi di dire di Gesù

7. I modi di fare di Gesù

Tutto il documento in formato Scarica il documento.zip (12 KB ~)

7. I modi di fare di Gesù

I racconti di miracoli

Il miracolo occupa un posto considerevole nei Vangeli. Un simile interesse va al di là dell'atto taumaturgico in sé, arrivando a caricarsi di un forte significato che è nel contempo escatologico e messianico: la vittoria di Gesù sul regno di satana. Luca infatti scrive: At 10,38.

Volendo presentare una specie di inventario dei miracoli raccontati nel quattro vangeli possiamo rintracciare:

  • le guarigioni: possessione diabolica, febbre, lebbra, paralisi, inaridimento, perdita di sangue, sordomuti, cecità, epilessia, scoliosi, idropisia, ferita da spada;

  • tre risurrezioni dai morti: la figlia di Giairo, il figlio della vedova di Nain e Lazzaro;

  • sette miracoli sulla natura: camminare sul mare, la maledizione del fico, lo statere in bocca al pesce, la pesca miracolosa, la tempesta sedata, la moltiplicazione dei pani, le nozze di Cana;

  • effetti: timore, rispetto, autorità (Es. Mc 1, 21-28).

Gesù incontra le persone.

L'annuncio di Gesù è rivolto a tutti: egli infatti accoglie con rispetto ogni persona senza distinzione di condizione, razza o cultura: il capo della sinagoga (Mc 5,22), la madre di famiglia (7,25), i farisei (Lc 11,27), lo scriba (Mc 12,28), il centurione romano (Mt 8,5), chi detiene il potere religioso (Mc 11,27). A fronte del distacco che Gesù mostra di tenere nei confronti della folla troviamo invece un'accoglienza generosa nei confronti del singolo. Gesù accoglie sempre il singolo alla sola condizione che egli esca dalla folla. Non accoglie il singolo che si accosta a lui quasi di spalle.

Tuttavia un'analisi accurata di questo tipo di racconto ci mostra come Gesù privilegi in modo particolare tutte quelle situazioni di emarginazione che, nel contesto culturale del tempo, erano considerate le più lontane da Dio. C'è infatti una frase, ricorrente in Luca, che sintetizza bene questo interesse per i lontani: "ai poveri è annunciata la buona novella" (Lc 4,28; 6,20; 7,22-23). La povertà a cui allude Gesù può essere condensata principalmente in queste categorie sociali:

  • i malati: il malato è un uomo che ha già creduto a quel vangelo che proclama la prossimità incondizionata di Dio nei confronti di tutti gli uomini.

  • le donne: a cui non veniva riconosciuto nessun diritto civile né religioso. La samaritana (Gv 4), difendendo un'adultera (Gv 8), additandole addirittura ad esempio (Mc 12,41) e arrivando ad ammetterle, cosa assolutamente rivoluzionaria e inedita, nella propria cerchia;

  • i bambini: considerati ancora irresponsabili, non godevano nessun diritto, come le donne e gli schiavi. Gesù dimostra tenerezza verso di loro (Mc 10,13-16).

  • i pubblicani peccatori (Lc 19,1-10): pubblicani, esattori, prostitute, ladri, assassini, tutte persone tenute ai margini in quanto trasgressori della Torah. Gesù mostra davanti a tutti di concedere credito all'uomo che confessa la propria colpa e si pente.

  • gli stranieri: esisteva una forte discriminazione per tutte quelle persone che, per motivi di purità razziale, si ponevano al di fuori della legge ebraica: i Vangeli ci presentano Gesù che, a contatto con i samaritani (Lc 9,55; 10,29-37;Gv 4) e non ebrei arriva perfino a lodare la loro fede (Mt 15,21-28).

a. Gesù incontra l'uomo nella sua realtà quotidiana.
b. L'incontro con Gesù sollecita ai grandi...
c. Gesù è il vero e unico liberatore dell'uomo.
d. La risposta entusiasta e stupita dell'uomo che scopre il mistero di Cristo.
e. La fede si trasmette per contagio (Mt 5,13).

 

Codice XHTML 1.1 approvato

CSS approvato

© 2001-2019 Parrocchia San Lorenzo Martire - Tutti i diritti sono riservati - Credits